Scegli uno specialista
per una soluzione
sicura, efficace e duratura
Dott. Alberto Ferraglio

Epilazione laser e luce pulsata

L’epilazione laser sfrutta sia la tecnologia laser che la tecnologia della luce pulsata e permette di ottenere un’epilazione progressivamente permanente, rendendo la vostra pelle liscia e perfetta, senza dolore o controindicazioni.

L’esperienza del nostro staff medico, unita all’utilizzo di macchinari tecnologicamente avanzati, permette di raggiungere risultati sorprendenti in totale sicurezza, anche in presenza di pelli delicate o con specifiche e particolari esigenze.

Dott. Alberto Ferraglio e i macchinari per l'epilazione e la luce pulsata

Addio peli superflui, pelle protetta

Ceretta, creme ed epilatori elettrici sono tutti strumenti temporanei, che liberano dai peli per un periodo limitato, spesso dolorosamente e lasciando la pelle irritata e stressata.

L’epilazione, tramite laser o luce pulsata, è l’unico sistema che permette una diminuzione significativa dei peli superflui senza danneggiare i tessuti, ma distruggendo direttamente il follicolo pilifero, così da mantenere il risultato nel tempo.

Ottenere una pelle liscia e priva di peli in modo definitivo è possibile, affidandosi a professionisti esperti e competenti. Un medico specializzato in medicina estetica, dopo aver esaminato la vostra pelle e le sue esigenze uniche e specifiche, stabilisce il numero di trattamenti necessari per eliminare i peli superflui in modo progressivamente permanente.

Durante le sedute si verifica una riduzione graduale ma significativa del numero totale dei bulbi piliferi, fino ad ottenere un risultato duraturo nel tempo.

Perchè scegliere uno specialista?

Solo i medici specializzati in Medicina Estetica sono in grado di assicurare un’epilazione duratura e priva di rischi, poiché per legge sono gli unici a poter utilizzare strumenti medicali alla potenza terapeutica più adeguata al tipo di pelo e alla pelle trattata. In questo modo si ottengono risultati estetici permanenti, distruggendo i follicoli piliferi già in poche sedute. Generalmente, infatti, a seconda della zona da trattare sono necessarie 6-7 sedute di 5-30 minuti, distribuite nell’arco di 12-15 mesi, per ottenere un risultato ottimale e duraturo.

Al contrario i centri estetici, per legge, devono utilizzare macchinari a bassa potenza, aumentando così il trattamenti necessari e lo stress per l’epidermide. Anche gli strumenti utilizzabili a casa sono poco utili, se non dannosi; la loro bassa potenza è decisamente inferiore a quella necessaria ad un’azione efficace, mentre rischia di provocare una stimolazione dei peli per effetto paradosso.

Ulteriori informazioni sull’epilazione laser

Generalmente si può intervenire su tutte le aree che presentano peli. La durata del trattamento varia in base alla grandezza dell’area. Indicativamente:

  • Baffi, 4-5 sedute distribuite in un circa un anno
  • Viso, 5-6 sedute distribuite in circa un anno
  • Braccia, 5-6 sedute in un anno
  • Ascelle, 5-6 sedute in un anno
  • Mezza gamba, 5-6 sedute in un anno
  • Gamba intera, 5-6 sedute in un anno
  • Inguine, 4-5 sedute distribuite in un circa un anno
  • Inguine + pube (bikini area), 5-6 sedute in un anno
  • Schiena, 7-10 sedute in un anno
  • Torace, 7-10 sedute in un anno

Il prezzo del trattamento varia a seconda delle zone del corpo sulle quali  viene effettuato e dal numero di trattamenti necessari, stabiliti a seguito di una prima valutazione del medico. Il costo di una seduta parte da 80 euro per la zona “baffetti”. Se le aree da trattare sono più di una e possono essere gestite nella stessa seduta, il prezzo può essere ridotto ma questo dipende dal tipo di pelle, dalla colorazione e densità del pelo e dal tipo di laser da utilizzare. Per una corretta valutazione del piano di depilazione potete chiamare per un appuntamento conoscitivo senza alcun impegno.

Una metodica non sostituisce l’altra, dipende dal tipo di dispositivo utilizzato e dalla esperienza del medico. Per il pelo nero, grosso e con fototipo chiaro, sia la luce pulsata intensa (IPL) medicale che il laser offrono la garanzia di un ottimo risultato duraturo nel tempo. Per il pelo sottile, tendenzialmente chiaro e/o su fototipo scuro, viene utilizzata una sorgente LASER che offre la garanzia di un risultato più soddisfacente, duraturo nel tempo e con meno sequele.

Il trattamento non è doloroso, ma in aree maggiormente sensibili come ad esempio il labbro superiore oppure la regione inguinale è preferibile utilizzare una crema anestetica prima di iniziare la seduta.

L’epilazione laser o IPL, benché venga comunemente chiamata epilazione definitiva non è mai un trattamento definitivo: l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce l’epilazione come una riduzione significativa del numero dei peli terminali dopo un determinato trattamento, la quale rimane stabile per un periodo di tempo più lungo del normale ciclo di crescita del pelo in quel distretto corporeo.

È possibile pertanto un rallentamento della crescita del pelo che in alcuni casi persiste per anni. Solitamente, una volta terminato il primo ciclo di trattamento, si possono eseguire delle sedute di ritocco (1-2 volte/anno), che poi si riducono ulteriormente a 1 ogni anno fino ad ottenere una quasi totale assenza di ricrescita del pelo.

È doveroso mantenere una congrua distanza di tempo tra una seduta e l’altra semplicemente per rispettare le fasi di crescita del pelo, esso infatti è sensibile alla radiazione laser/IPL solamente quando si trova nella fase anagen (la prima fase di crescita). Ogni regione corporea ha differenti tempistiche di durata di questa fase.

È inutile eseguire una seduta al mese perché la percentuale di pelo sensibile alla IPL/LASER sarebbe bassa e pertanto verrebbe “sprecata” una seduta.

Solitamente vengono eseguite le prime due sedute a distanza di un mese poi viene valutata assieme al paziente la ricrescita. Solo quando si verifica una importante ricrescita è possibile trattare nuovamente l’area cutanea.

Una epilazione efficace deve essere accompagnata da un’assenza di crescita progressiva e sempre più duratura nel tempo.

Si, esistono alcune controindicazioni e situazioni particolari da valutare con attenzione per effettuare il trattamento, per questo motivo è bene affidarsi a medici specialisti.

  • Gravidanza e allattamento: controindicazione assoluta (questioni medico-legali).
  • Presenza di tatuaggi o nevi nelle aree da trattare.
  • Fototipo soprattutto (V-VI), abbronzatura recente, esposizione al sole o a lampade abbronzanti. E’ più facile provocare danni su pelle abbronzata rispetto a fototipi scuri ma naturali ( non abbronzati); La pelle abbronzata deve essere considerata una controindicazione assoluta, altissimo rischio di iper/ipogmentazioni post trattamento.
  • Utilizzo di terapie con farmaci fotosensibilizzanti.
  • Alcuni tipi di malattie come per esempio diabete scompensato, psoriasi, collagenopatie, grave atopia.
  • Alcune condizioni che possono causare ipertricosi: Ormonali ( disfunzioni endocrine o mestruali, la più frequente S.ovaio policistico).
  • Storia di ricorrenti infezioni cutanee locali o generalizzate ad esempio Herpes Simplex Virus periorale o genitale.
  • Storia di cheloidi e/o cicatrici ipertrofiche.